Progetto Istituzionale - Progetto Integrativo - Progetto Produttivo - Progetto Costruttivo - Progetto Sportivo - Progetto Formativo

CARIPARMA Credit Agricole 463515/83 abi 0623cab 10920 IBAN : IT16K0623010920000046351583 C.C. POSTALE 41674813

Fondazione PUPI Onlus - Via Corno di Cavento 7 - 20148 Milano Tel. 02-48.71.38.64 mail : info@fondazionepupi.org

 

www.fondazionepupi.org Tutti i diritti riservati Webdesigner afconsulenzainformatica@gmail.com Webmaster e Responsabile Andrea Fontana

PROGETTO ISTITUZIONALE

VISIONE

La nostra visione si basa su una società più giusta e solidale nella quale tutti godano di pari opportunità di sviluppo e non vi siano né esclusi né emarginati.

 

MISSIONE

Ci siamo proposti di affrontare la problematica della povertà e dell’emarginazione dando impulso allo sviluppo locale dei settori più vulnerabili della società, basandoci su criteri d’integrazione e offrendo prestazioni di eccellenza.

 

STRATEGIE ISTITUZIONALI

Le nostre azioni si sviluppano nell’ambito delle seguenti strategie d’intervento:

Favorire azioni volte a garantire il rispetto dei diritti dell’infanzia, in particolare il diritto alla sopravvivenza (nutrimento e salute), il diritto allo sviluppo (istruzione e gioco) e il diritto ad avere una famiglia.

Rafforzare il ruolo della famiglia come principale modello educativo per i figli.

Promuovere lo sviluppo sostenibile di bambini, adolescenti e giovani di entrambi i sessi, delle loro famiglie e della loro comunità d’origine.

 

PRINCIPI CHE CI GUIDANO

Realizzare le nostre azioni ad alti livelli di eccellenza, efficacia, efficienza e trasparenza, dimostrando che sappiamo “come fare” e cercando di esercitare una certa influenza.

Favorire il passaggio di tecnologie, esperienze, know how e abilità a leader della società e ad organizzazioni gestite dalla comunità.

Stabilire alleanze intersettoriali per dare maggiore respiro alla nostra gestione, cercare di influire sull’agenda pubblica allo scopo di dare priorità alle politiche che mirano all’inserimento dei settori più vulnerabili della società.

 

SVILUPPI STRATEGICI


Favorire azioni volte a garantire i diritti dell’infanzia: diritto alla sopravvivenza, allo sviluppo e a una famiglia.
Cerchiamo di promuovere azioni che garantiscano l’alimentazione, la salute e l’istruzione a quei bambini che si trovano in una situazione di rischio per il contesto socioculturale in cui crescono. Attraverso queste azioni si vuole contrastare il concetto per cui questi bambini non possono dare un nuovo significato alla loro realtà e sradicare i pregiudizi che li associano all’emarginazione e alla pericolosità.
Perciò diamo risposte concrete, promuovendo il diritto alla sopravvivenza mediante un’assistenza alimentare e sanitaria appropriata.
Per quanto riguarda l’istruzione, l’apprendimento è affiancato da attività di stimolo intellettuale, educazione fisica, musica, nuoto, danza, banda musicale e computer. Cerchiamo di recuperare gli alunni con difficoltà , facilitare l’apprendimento e, in definitiva, di prevenire l’abbandono scolastico e l’emarginazione sociale.
Promuovere lo sviluppo sostenibile delle famiglie e della comunità.
Cerchiamo di creare un impatto concreto sul gruppo familiare e la comunità d’origine con programmi concepiti a medio e lungo termine poiché mirano al raggiungimento dello sviluppo sostenibile della comunità.
La Fondazione promuove la creazione di attività associate nel campo della produzione, dell’istruzione e in quello della formazione al fine di rafforzare le capacità di autogestione della comunità. Allo stesso modo si cerca, in modo associativo, di dare risposta alle carenze di alloggio delle famiglie attraverso progetti autogestiti per la costruzione di alloggi per la comunità.

 

COROLLARIO


Come risultato dell’implementazione degli Sviluppi strategici siamo arrivati a:
Affrontare la problematica della povertà mediante azioni che ne modifichino le cause e operare a favore dell’ integrazione, dando priorità alla qualità delle prestazioni, iniziando a lavorare con un gruppo di bambini dai 3 ai 5 anni, per accompagnarli nella crescita con l’obiettivo specifico di risolvere il loro stato di emarginazione ed esclusione. Allo stesso tempo si cercherà, anche attraverso la loro collaborazione, di entrare nelle famiglie e nella comunità, per poi riuscire a trasformare la realtà vera e propria in cui essi