Fondazione PUPI Onlus Fondazione Pupi logo NEWS FONDAZIONE PUPI ONLUS CHI SIAMO

IL TUO SOSTEGNO DIVENTA UN RISULTATO CONCRETO!

DONA IL TUO 5 X 1000

DONA

IL TUO 5x1000

C.F.

95073400137

INTESTAZIONE

Por Un Piberio Integrado P.U.P.I. Onlus

EVENTI E INIZIATIVE DELLA FONDAZIONE P.U.P.I.

LA NOSTRA STORIA

La Fondazione PUPI è stata creata nel 2001 con l'obiettivo di lavorare nel paradigma della protezione integrale dei diritti dei bambini e degli adolescenti. La nostra nascita è un prodotto della volontà di Javier Zanetti e di sua moglie Paula, che hanno deciso di creare uno spazio in grado di soddisfare questa intenzione.

Da allora puntiamo a generare un modello di intervento che promuova lo sviluppo dei settori più vulnerabili. La nostra sede si trova a Remedios de Escalada, provincia di Buenos Aires, dove operano un Centro di assistenza per l'infanzia e il Centro culturale comunitario ``Madre Teresa de Calcutta``.

In questo stesso quartiere si trovano anche la sede logistica e il Dispositivo globale di approccio territoriale: Casa Carla Mariani. Infine, abbiamo Fondazione PUPI O.n.l.u.s. con sede in Italia, ma le cui azioni sono destinate a sviluppare le attività della nostra istituzione in Argentina.

La Fondazione PUPI dà la priorità al lavoro con la popolazione del quartiere ``La Traza`` situato a Remedios de Escalada, la zona di Lanús. Comprende diverse aree: Iº de Mayo, Tres de Febrero, Los Chaqueños, Villa Talleres ed El Tala.

La popolazione è di circa 5000 persone, che sono per lo più al di sotto della soglia di povertà.

Le diagnosi più aggiornate, come in altri quartieri popolari, spiegano tra l'altro l'aumento della maternità adolescenziale, l'uso di sostanze problematiche e situazioni di violenza familiare.

Abbiamo un team di professionisti composto da manager di gruppo, psicologi, assistenti sociali, psicopedagogici, logopedisti, stimolatori precoci e insegnanti di educazione fisica che lavorano in modo interdisciplinare per garantire il rispetto di ciascuno degli aspetti socio-educativi, culturali, sportivi e di salute.

Abbiamo sviluppato un modello di intervento fin dalla prima infanzia, attraverso l'adolescenza e includendo i giovani, che agisce in promozione, assistenza, organizzazione e mobilitazione collettiva.

Anno dopo anno, i risultati vengono rivelati da ciascuna delle famiglie che passa attraverso la nostra fondazione che è riuscita a rafforzarsi internamente e ha creato legami di convivenza e solidarietà nella propria comunità.

Oggi continuiamo a cercare di promuovere politiche volte a raggiungere le pari opportunità.

Con 20 anni di vita, abbiamo sviluppato un modello di intervento per garantire il rispetto dei diritti dei bambini e delle loro famiglie. Continuiamo su quella strada.

Ogni progetto realizzato dalla nostra organizzazione, cerca di definire un programma globale contro la vulnerabilità e ha un rapporto efficace con i diritti dei minori sanciti dalla legge.

Incoraggiamo le azioni per garantire il rispetto del paradigma di protezione integrale, prestando particolare attenzione al diritto alla sopravvivenza (alimentazione e salute), al diritto allo sviluppo (educazione e gioco) e al diritto alla famiglia, tenendo conto del rispetto con Ognuno di essi, di per sé, non garantisce lo sviluppo totale della materia, ma il rispetto di tutti i diritti garantiti è ciò che consente il pieno sviluppo di bambini e adolescenti come soggetti nella comunità.

Intendiamo installare nella coscienza collettiva il concetto secondo cui il rispetto dei diritti dei bambini e degli adolescenti è il prodotto dell'assunzione degli obblighi degli adulti.

Per attuare efficacemente le varie strategie che modellano il Programma completo per l'inclusione e contro la vulnerabilità che dal 2001 abbiamo implementato nella FONDAZIONE PUPI, abbiamo deciso di consolidare una catena dei valori solidali, un sistema che combina in azione le capacità che caratterizzano ai donatori e alle organizzazioni della società civile - i collegamenti della catena - intrecciandoli per la generazione creativa e la trasformazione delle risorse e, inoltre, affinché il trasferimento di tali risorse sia effettuato in modo equo, indirizzandole verso i membri più vulnerabili della comunità.

Per concretizzare questa strategia, cerchiamo di favorire alleanze, costruire ponti. Ponti tra le persone, generando circoli virtuosi di vita; ponti tra le istituzioni, rafforzando i punti di forza e minimizzando le debolezze; ponti tra pubblico e privato, lavorando a fianco degli altri, per ``l'altro``, costruendo un ``noi``. Questa catena dei valori solidali costituisce uno dei pilastri metodologici della Fondazione PUPI e, per rafforzarla, promuoviamo costantemente la pratica della corresponsabilità sociale tra i diversi attori sociali, siano essi organizzazioni senza scopo di lucro, attori del mondo degli affari, enti governativi o cittadini.

Sostenendo questa concezione partecipativa, promuoviamo l'idea di costruire un'etica dei cittadini per una società più giusta e solidale, combinando visioni, proposte e risorse, privilegiando un incontro di settori e persone, mirando alla costruzione di catene di fiducia e sinergia, elementi centrali nello sviluppo di strategie di trasformazione sociale.

Per noi è importante ``fare`` come ``far fare``, vale a dire ``influenzare``, e contribuire affinché gli altri membri di quella catena dei valori solidali si sentano stimolati a prendere parte alla lotta contro la vulnerabilità in una qualsiasi delle loro forme.

Comprendiamo come collegamenti nella catena a organizzazioni pubbliche, private, della società civile; società e individui che possiedono, generano e trasferiscono risorse e che trasferiranno riserve o scorte (che non è altro che donare) in modo che altri possano rientrare alla società. Crediamo fermamente nella necessità di generare nuove forme associative tra ``donatori`` e organizzazioni senza scopo di lucro, per operare sul mercato per il trasferimento di possibilità. Modalità di associazione che concentrano le loro azioni sulla trasmissione di beni, risorse, capitale umano e capitale sociale ai settori in una situazione di esclusione.

Tutti possiamo e dovremmo essere ``donatori``, che non è altro che essere attori sociali impegnati l'uno con l'altro e, come tale, possiamo trasferire beni, risorse economiche, conoscenza, idee, sforzi, amore, tra molti altri ``effetti personali`` che possiamo consegnare - ``donare`` -.

Comprendiamo che l'impegno sociale responsabile coinvolga tutti noi attori che, oltre che essere cittadini, esercitiamo i nostri diritti e adempiamo ai nostri obblighi, concepiamo che lo sviluppo e il superamento dei problemi di povertà, esclusione sociale, disuguaglianza e rinforzo dei legami sociali, diventi compito di tutti.

In breve, cerchiamo che questa catena dei valori solidali che intendiamo costruire, diventi l'asse della generazione, trasformazione e trasferimento degli stock di capitale umano e di capitale sociale ai membri più svantaggiati delle comunità.

In questo senso, abbiamo sviluppato un programma, chiamato Costruire un NOI che è uno degli strumenti concreti che usiamo per implementare la catena dei valori solidali. Cioè, per realizzare la promozione della pratica della corresponsabilità sociale.

Sappiamo che ci sono reali possibilità di contribuire alla trasformazione sociale se siamo in grado di moltiplicare le volontà, individuali o organizzate, che servono in campo sociale, recuperando le esperienze che si rivelano capaci di fare la differenza, generando un impatto significativo e aggiungendo valore alle cause difese.

I nostri valori

SUPPORTO

E’ quel valore che ci spinge ad accompagnare l’altro, a metterci a disposizione, costruendo un noi.

CONDIVIDERE

È l’atto della reciproca partecipazione a qualcosa, materiale o immateriale. Implica il valore del dare (generosità) e ricevere, accettare ciò che offre un’altra persona.

AIUTARE

Fornire aiuto altruistico è un modo per creare una catena di benessere, una catena di valori solidali.

MIGLIORARE

Contribuire a migliorare la qualità della vita attraverso adeguati trasferimenti di risorse ai settori che ne hanno maggiormente bisogno è l’essenza della catena dei valori solidali.

VISIONE E OBIETTIVI

Una società più giusta ed egualitaria e la promozione di azioni per garantire il rispetto dei diritti dell’infanzia.

MISSIONE

Generare un modello di intervento che promuova lo sviluppo dei settori più vulnerabili della società.

Quando mi guardo indietro, e penso ai primi anni della mia vita, mi vengono in mente tante immagini, sia belle che brutte.
Ho avuto un'infanzia difficile, e anche se oggi non vivo nel mio paese, conosco profondamente la situazione che sta attraversando e l'effetto che questo ha sui bambini più vulnerabili.

Javier Zanetti

Fondatore Fondazione P.U.P.I.